Scratch: programma da zero

By | 2018-06-27T14:43:22+00:00 martedì, 19 giugno 2018|Categories: Ambiente, Base, Coding|0 Commenti

Scratch è un ambiente di coding visuale con il quale puoi facilmente raccontare le tue storie, costruire le tue animazioni e giochi.

Con Scratch ti focalizzi fin da subito sui tuoi progetti, i tutorial sono in numero limitato, ma lo scopo è proprio quello di darti le conoscenze di base e lasciare la tua fantasia libera di creare.

Prima di iniziare a costruire i tuoi programmi, devi conoscere l’ambiente di lavoro con il quale interagirai, altrimenti ti sarà difficile muoverti con disinvoltura e concentrarti sul risultato che desideri ottenere.

L’ambiente di lavoro è costituito da aree distinte con scopi e funzioni differenti tra loro. Una volta che avrai capito dove trovare gli elementi e come utilizzarli, ti sarà semplice iniziare a sperimentare e creare storie, animazioni e giochi.

La finestra di lavoro

Il progetto

Scratch definisce il concetto di progetto come l’insieme di tutto ciò che è necessario allo sviluppo del programma: elementi grafici, suoni e musica, blocchi di codice.

Per dare vita alle tue idee devi creare un progetto nel quale inserire elementi grafici, sfondi, suoni, musica. Una volta scelti gli elementi del progetto si passa alla fase di programmazione vera e propria nella quale, attraverso i blocchi, darai istruzioni agli elementi del progetto perché si comportino secondo le tue decisioni.

Stage

In Italiano significa “teatro” ed è proprio questo il suo scopo: è un teatro in cui gli elementi definiti sprite, ovvero i personaggi del progetto, prendono vita. Come in un vero teatro, per rallegrare l’utente, puoi creare una scenografia costituita da uno o più sfondi e aggiungere una colonna sonora formata dall’unione di suoni e musica. Ciò che viene proposto nello stage, non è uno spettacolo qualsiasi, bensì il risultato del programma che poi costruirai.

Una volta scelti i personaggi della storia o del gioco, scelta la scenografia e i suoni, non ti resta che aggiungere un programma che faccia prendere loro vita.

stage

Appena sopra l’area occupata dallo stage, si trovano due bottoni: una bandierina verde e un segnale di stop.

La bandierina verde, quando cliccata, avvia il programma che viene eseguito nello stage. Qui vedrai prendere vita la tua creazione!

Il segnale di stop ha la funzione di interrompere, in qualsiasi momento, lo script in esecuzione, questo perché non sempre si compone uno script funzionante, a volte si commettono degli errori e lo stop è una via d’uscita nel caso ci siano dei problemi.

Sfondi

sfondo

Quest’area è dedicata alla scelta degli sfondi, ovvero della scenografia del teatro, che verranno applicati allo stage. Hai a disposizione una libreria sfondi che conta numerose immagini, ma nessuno ti vieta di crearne una personalizzata ed aggiungerla al progetto oppure di modificare quelle esistenti. Se non hai ancora scelto alcuno sfondo o non hai intenzione di aggiungerlo, il progetto avrà lo sfondo bianco che hai trovato nello stage all’avvio del nuovo progetto.

Ogni progetto può disporre di uno o più sfondi, che puoi scegliere e cambiare per mezzo degli appositi blocchi di istruzioni che programmano il comportamento dello stage.

Sprite

Sprite è uno nome generico per identificare tutti i personaggi e gli oggetti di scena, cioè tutto ciò che è necessario affinché il progetto prenda vita. La libreria sprite è fornita di persone, animali, oggetti e lettere per comporre parole. Anche gli sprite sono personalizzabili, sia modificando quelli già presenti, sia utilizzando delle proprie immagini.

Ogni sprite è programmabile, ciò significa che può essere programmato per mezzo di blocchi di comandi che fornirai nel programma.

Per alcuni sprite presenti nella libreria sono state disegnate più immagini leggermente diverse tra loro, diverse per posizione o per colore. Sono dette costumi e, se opportunamente programmati per mezzo di blocchi di comando, sarai in grado di creare delle animazioni degli sprite, come ad esempio camminare, ballare, ecc.

Ad ogni sprite puoi associare uno o più suoni che, una volta che avrai istruito, fungeranno da colonna sonora, rumore, voce o strumento musicale.

Blocchi e script

blocchi e script

Eccoci arrivati all’area tanto attesa, quella in cui finalmente potrai comporre il tuo programma ed animare gli sprite.

In quest’area si trovano due luoghi distinti: la prima a sinistra elenca i blocchi di comando disponibili suddivisi per tipo, mentre la seconda è un’area all’inizio vuota, ma pronta a contenere i blocchi necessari per costruire il programma, chiamato script.

Per costruire il programma, cuore del progetto, è necessario individuare quali elementi necessitano di essere programmati e costruire, per ognuno di loro, uno script.

Con la parola script definiamo un insieme di blocchi di comando che, opportunamente combinati, costituiscono una parte del programma del progetto. Infatti, ogni progetto che realizzerai conterrà stage e uno o più sprite ed i loro script. Non devi creare uno script per ogni elemento ma solo per gli elementi che ne abbiano necessità. Accade spesso che alcuni sprite servano solo da “oggetto di scena” o lo stage non abbia necessità di script.

Per comporre uno script è sufficiente scegliere i blocchi necessari e trascinarli all’interno dell’area di destra, collegandoli ad altri blocchi eventualmente già presenti.

Ovviamente, perché gli script istruiscano gli sprite secondo le tue scelte devi elencare i blocchi in ordine corretto, altrimenti potresti costruire script sbagliati oppure non funzionanti.

loop animation

Questo è tutto ciò che ti serve per iniziare ad avvicinarsi a Scratch. Tutto ciò ti sarà utile per capire dove trovare gli elementi del progetto, quali sono i loro nomi, la terminologia e come interagire con ogni area ed elemento. I progetti che poi ne verranno saranno opera della tua fantasia e della tua voglia di creare. Puoi prendere spunto da qualsiasi cosa: un gioco, una storia che hai letto, un evento, una presentazione di una ricerca per la scuola.

Armati di pazienza e non aver paura di sbagliare. Ti capiterà spesso di sbagliare, l’importante è non arrendersi e trovare una soluzione valida.

E’ il tuo turno: prendi fantasia e curiosità e sperimenta più che puoi!

About the Author:

Appassionata di coding e di tecnologie per per ragazzi, ho lavorato come coding educator con ragazzi da 8 a 15 anni. Durante i corsi ho imparato dai ragazzi come presentare concetti complicati in modo semplice e divertente. Questo ha contribuito a far nascere il mio personale metodo di insegnamento del coding. Da qui prende vita questo sito con lo scopo di diffondere il coding in modo divertente ed avvincente.

Scrivi un commento

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.

This Is A Custom Widget

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.